Crea sito

Sinapsi

I neuroni sono collegati tra loro e con altre cellule mediante particolari connessioni, le sinapsi, che si stabiliscono tra la terminazione di un neurone e un altra cellula (un altro neurone, una cellula muscolare, ghiandolare...). A livello della sinapsi l'impulso nervoso viene trasmesso da un neurone all'elemento successivo. 

Esistono due tipi di sinapsi: le sinapsi elettriche e le sinapsi chimiche.

Nella sinapsi elettrica due cellule stimolabili sono tra loro connesse mediante delle giunzioni comunicanti che consentono il passaggio diretto di correnti elettriche da una cellula all'altra. In questo modo l'impulso nervoso passa da una cellula alla successiva direttamente, senza la necessità di passaggi intermedi. In genere le sinapsi elettriche, al contrario di quelle chimiche, consentono la conduzione dell'impulso elettrico in entrambe le direzioni.

La sinapsi chimica consente il passaggio dell'impulso nervoso in una sola direzione, da una cellula ad una successiva, separate tra loro da uno spazio molto limitato, che comunque "isola" elettricamente le due cellule.  In una sinapsi chimica si distinguono tre elementi: l'elemento presinaptico, l'elemento postsinaptico (le due cellule) e lo spazio intersinaptico che le separa, dello spessore di circa 30 nm (30 milionesimi di mm), detto fessura sinaptica.

L'elemento presinaptico è più frequentemente la parte terminale di un assone, leggermente espansa (viene detto bottone sinaptico o bottone terminale), mentre l'elemento postsinaptico è più frequentemente il corpo, i dendriti o il terminale di un assone di un neurone.

All'interno del bottone sinaptico si trovano vescicole contenenti messaggeri chimici detti neurotrasmettitori.

Al sopraggiungere dell'impulso nervoso al bottone sinaptico, si aprono i canali degli ioni calcio (Ca++) e le vescicole contenenti i neurotrasmettitori liberano il proprio contenuto nella fessura sinaptica attraverso un processo di esocitosi.

I neurotrasmettitori vengono quindi riconosciuti da recettori specifici situati sulla membrana cellulare dell'elemento postsinaptico, che determinano un cambiamento della sua permeabilità agli ioni (apertura o chiusura dei canali ionici).

I neurotrasmettitori eccitatori causano la depolarizzazione della membrana postsinaptica, che si trasmette lungo tutta la membrana cellulare postsinaptica. In questo modo il segnale elettrico, che non si può propagare direttamente poichè le due cellule non sono direttamente in contatto, viene convertito in un segnale chimico, i neurotrasmettitori, che fanno ripartire il segnale elettrico sulla seconda cellula.

I neurotrasmettitori inibitori iperpolarizzano la membrana postsinaptica, per cui l'impulso nervoso in arrvo non viene ritrasmesso.

Subito dopo il rilascio dal bottone sinaptico, i neurotrasmettitori vengono subito riassorbiti dalla membrana presinaptica o demoliti da enzimi specifici.

Sinapsi chimica ESCAPE='HTML'