Crea sito

I neuroni

I neuroni sono cellule di grandi dimensioni che presentano prolungamenti citoplasmatici, spesso molto lunghi o ramificati.

I neuroni sono costituiti da un corpo cellulare detto pirenoforo e da prolungamenti cellulari, i dendriti e gli assoni. Attraverso questi prolungamenti ogni neurone è collegato ad altri neuroni o ad altre cellule attraverso le sinapsi, strutture della membrana cellulare specializzate a trasmettere l'impulso elettrico da una cellula all'altra. Attraverso le sinapsi ogni neurone può essere collegato con migliaia di altri neuroni, cellule muscolari, epiteliali o connettivali.

neurone ESCAPE='HTML'
neurone ESCAPE='HTML'

Il pirenoforo è di grandi dimensioni e provvede alle necessità metaboliche dell'assone, privo della capacità di sintetizzare proteine. Nel citoplasma è di solito presente un apparato di Golgi molto voluminoso, che circonda completamente il nucleo, e la sostanza tigroide (o zolle di Nissl), costituita dal reticolo endoplasmatico rugoso (dove avviene la sintesi delle proteine) che nei neuroni è molto sviluppato e attivo. 

dendriti sono prolungamenti relativamente corti, estremamente ramificati, che si assottigliano fino al punto terminale e presenti in gran numero sul corpo cellulare. Normalmente nei dendriti l'impulso nervoso viaggia in direzione centripeta (verso il corpo cellulare).

L'assone è invece un prolungamento cellulare normalmente molto più lungo dei dendriti (nell'uomo gli assoni più lunghi arrivano alla lunghezza di 1 metro), di sezione costante. Lungo l'assone l'impulso nervoso viaggia normalmente in direzione centrifuga, dal pirenoforo verso l'estremità dell'assone, dove entra in contatto con altri neuroni o altre cellule. Spesso gli assoni presentano, nel loro ultimo tratto, una serie di corte ramificazioni, come i rami di un albero. Tutti i neuroni hanno un solo assone, ma possono avere numerosi dendriti. 

Questa descrizione generale, pur valida per la maggior parte dei neuroni, non è tuttavia universale: all'interno di un organismo la forma dei neuroni può variare notevolmente. 

neuroni ESCAPE='HTML'
neuroni con evidenziati nucleo, nucleolo e sostanza tigroide ESCAPE='HTML'
ramificazione dei dendriti dei neuroni (cellula del Purkinje nel cervelletto) ESCAPE='HTML'

Tipi di neuroni

Dal punto di vista morfologico i neuroni sono classificati in base al numero e al forma dei prolungamenti cellulari (assoni e dendriti):

- neuroni unipolari: hanno un assone e nessun dendrite. Sono molto rari
- neuroni bipolari: hanno un assone e un dendrite che fuoriescono dai poli opposti del pirenoforo. Si trovano nella retina e nella mucosa olfattiva
- neuroni multipolari: oltre all'assone, hanno molti dendriti che fuoriescono da vari punti del pirenoforo. Sono i neuroni più comuni e costituiscono la maggior parte delle cellule nervose.
- neuroni pseudounipolari: presentano un solo prolungamento che a breve distanza dal pirenoforo si biforca a T. Un ramo è sensoriale e si dirige verso la periferia dove riceve gli stimoli, l'altro entra in una radice dorsale (o sensitiva) di un nervo spinale per terminare nel sistema nervoso centrale. Si trovano nei gangli cerebrospinali.

Tipi di neuroni ESCAPE='HTML'

Proprietà dei neuroni

I neuroni sono caratterizzati da due proprietà fondamentali: eccitabilità e conducibilità. 

Eccitabilità significa capacità di reagire agli stimoli (esterni o interni), trasformandoli in impulsi nervosi; la conducibilità consiste invece nella capacità di condurre un messaggio sotto forma di impulso elettrico verso altre parti dello stesso neurone o verso altri neuroni o altre cellule (muscolari, ghiandolari ...).

Trasmissione dell'impulso nervoso ESCAPE='HTML'