Crea sito

Epiteli di rivestimento

L'epitelio di rivestimento è un tipo di tessuto epiteliale che riveste tutta la superficie esterna e gli organi del corpo umano. È formato da lamine epiteliali (cellule tutte uguali, ravvicinate e strettamente connesse le une alle altre e con pochissima matrice extracellulare). 

Un tipo particolare di tessuto epiteliale, morfologicamente simile al tessuto epiteliale pavimentoso semplice, è l'endotelio, che riveste la superficie interna dei vasi sanguigni e del cuore.

Gli epiteli di rivestimento si suddividono in diverse classi, in base alla forma delle cellule e al numero di strati:

1. in base alla forma delle cellule:

  • pavimentoso (cellule piatte)
  • cubico (cellule cubiche)
  • cilindrico (cellule cilindriche)

2. in base al numero di strati:

  • monostratificato (1 solo strato di cellule)
  • pseudostratificato (apparentmente pluristratificato, ma con 1 solo strato di cellule e con i nuclei in posizioni diverse)
  • pluristratificato (con più strati di cellule)
epiteli di rivestimento ESCAPE='HTML'

EPITELIO PAVIMENTOSO SEMPLICE (MONOSTRATIFICATO)

E' costituito da un unico strato di cellule piatte. Si ritrova negli alveoli polmonari, in alcune zone dei reni e costituisce le pareti dei vasi sanguigni. 

A causa della sua sottigliezza non è adibito a funzioni protettive, ma è particolarmente adatto per regolare scambi tra tessuti, fluidi interstiziali e l'aria. 

epitelio pavimentoso semplice ESCAPE='HTML'

epitelio pavimentoso semplice

EPITELIO PAVIMENTOSO COMPOSTO (PLURISTRATIFICATO)

E' costituito da cellule appiattite disposte in più strati. Le cellule dello strato più profondo sono molto attive e continuano a riprodursi, spingendo verso l'alto le cellule degli strati sovrastanti, che vengono continuamente rinnovate. 

Può presentarsi in due tipologie: cheratinizzato o non cheratinizzato

Nel cheratinizzato, che costituisce l'epidermide, le cellule dello strato superficiale sono morte e sono costituite da sottili lamine di cheratina (una proteina filamentosa molto stabile e resistente). Lo strato superficiale viene definito anche "strato corneo" e il suo spessore è variabile a seconda delle sollecitazioni a cui è sottoposto l'epitelio (è molto spesso sul tallone). 

Il non cheratinizzato costituisce le mucose all'interno della bocca, dell'esofago e della vagina. Le cellule più superficiali sono di forma appiattita e la loro protezione e idratazione è garantita dalle secrezioni delle ghiandole presenti sulla superficie dell'epitelio stesso. 

epitelio pavimentoso cheratinizzato ESCAPE='HTML'

Epitelio pavimentoso pluristratificato cheratinizzato

EPITELIO CUBICO SEMPLICE

E' formato da un singolo strato di cellule cubiche, costituisce la parete dell'ovaio e i dotti escretori di molte ghiandole. Questo tipo di epitelio può trasformarsi in cilindrico semplice (e viceversa) in momenti funzionali diversi di un unico tipo di tessuto.  

EPITELIO CILINDRICO SEMPLICE

E' costituito da un unico strato di cellule di aspetto cilindrico. Si ritrova principalmente nell'intestino, dove svolge la funzione di assorbire le sostanze nutritive contenute nel cibo digerito nello stomaco. 

EPITELIO CUBICO ED EPITELIO CILINDRICO PLURISTRATIFICATO

Questi tessuti, più rari dei precedenti, sono costituiti da più strati di cellule di aspetto cubico o cilindrico. Si ritrovano principalmente nella laringe, nella faringe e nell'uretra.

epitelio cubico semplice ESCAPE='HTML'

epitelio cubico semplice

mappa concettuale epiteli di rivestimento ESCAPE='HTML'

mappa concettuale